Peperoni all'Agrodolce


Buongiorno amici, oggi è l'ultimo giorno d'agosto, ma il caldo sembra non volerci lasciare e pensare tra 2 settimane inizieranno nuovamente a suonare le sveglie, io che corro da una parte all'altra della casa per sistemare le merendine negli zaini, la colazione per i miei figli e i grembiulini sui letti. Come scorre il tempo, quest'anno mia figlia andrà in prima elementare e mio figlio al secondo anno di asilo, mi sentirò un pò soletta in casa! Anche per loro sarà dura, soprattutto per mia figlia che si ritroverà in una classe con bambini che ancora non conosce e con maestre nuove. Ma ancora ci rimangono altre 2 settimane e poi ci penseremo. Intanto vi lascio la ricetta di questo contorno o antipasto, molto facile e veloce da preparare e.....domani nel mio blog troverete una novità, ma non aggiungo nulla, vi invito solo a venirmi a trovare e lo scoprirete da soli. Un bacio a tutti e buona giornata!



Ingredienti:
- 2 peperoni
- 1 cipolla
- mezzo bicchiere di aceto di vino bianco
- 3 cucchiai di zucchero
- salsa di pomodoro
- sale q.b.
- olio evo
- un ciuffo di prezzemolo

Dosi: 6 porzioni

Difficoltà: facile
Tempo: 30 minuti

Procedimento:




Lavate e mondate i peperoni, tagliateli a listarelli non troppo sottili e asciugateli.

In un tegame capiente fate scaldare l'olio, aggiungete i peperoni e la cipolla tagliata finemente, aggiustate di sale, coprite e continuate la cottura a fuoco moderato per 15 minuti.

Nel frattempo in una ciotolina mettete l'aceto e lo zucchero, mescolate bene fino a fare sciogliere lo zucchero (se non gradite molto il sapore dell'aceto di vino potete sostituirlo con quello di mele o semplicemente potete dimezzare le dosi dell'aceto e ovviamente dello zucchero). 


Trascorsi i 15 minuti, abbassate la fiamma e aggiungete mezzo bicchiere di salsa di pomodoro e sfumate con il composto di aceto e zucchero. Continuate la cotture per 2 minuti ancora, ma senza coprire in modo da far evaporare l'aceto. Prima di servirli aggiungete del prezzemolo tritato.


Potete servire i peperoni come contorno e come antipasto, io li ho serviti così:





Orate al Cartoccio

Amici ciao! Ed ecco che nel cuore della notte vi pubblico la mia ricetta, le orate al cartoccio, uno dei miei secondi piatti preferiti.
Innanzitutto vorrei fare una piccola premessa se mi permettete, per quanto riguarda le caratteristiche nutritive delle orate, anzi del pesce in generale: che provenga dal mare, dai fiumi o dai laghi, il pesce è da sempre un alimento molto apprezzato; questo certamente grazie alle sue proprietà nutritive, infatti il pesce è ricco di protidi, spesso povero di grassi e con molte vitamine come A,D,E,B6....e così via, inoltre hanno una rilevante percentuale di iodio. Scrivo questo perchè, è molto importante conoscere ciò che si mangia e quali benefici contengono determinati alimenti che aiutano il nostro organismo. Detto questo, vi lascio alla lettura della ricetta.  




Ingredienti:

- 4 orate
- 10 pomodorini cherry
- 1 spicchio di aglio
- 1 ciuffo di prezzemolo
- 3 foglie di basilico fresco
- mezzo bicchiere di vino bianco
- olio evo
- sale e pepe q.b.

Dosi: 4 porzioni

Difficoltà: facile
Tempo: 40 minuti

Procedimento:

Innanzitutto pulite le orate, eliminando le interiora e sciacquatele sotto un getto d'acqua corrente. Squamate le vostre orate con l'apposito accessorio e tagliate le pinne laterali.

Dopo aver eseguito questa operazione, disponete su una teglia da forno le orate, una affianco all'altra e aggiungete i pomodorini tagliati, l'aglio tritato, il prezzemolo e il basilico tritati insieme, salate, pepate e infine aggiungete il vino e un filo di olio. 

Coprite con un foglio di carta alluminio e infornate per 30 minuti a 200°. Prima di servire le vostre orate lasciatele in forno a raffreddarsi un pò. 




Tiramisù alle Fragole in Coppe

Quanti di voi preferite il tiramisù alle fragole dal classico tiramisù? Be io adoro il tiramisù alle fragole, forse perchè vado matta per le fragole. Ricordo che quando ero in dolce attesa ero riuscita a mangiare piu di 10 kg di fragole, non tutte in un giorno intendiamoci! Ma giornalmente facevo una scorpacciata abbondante. Comunque, fragole a parte ero una buon forchetta e mangiavo di tutto e parecchio anche ;P. E ritornando al tiramisù, vi lascio la ricetta e auguro a tutti voi una buona giornata. Alla prossima!




Ingredienti:
- 1 pan di spagna
- 250 gr di mascarpone
- 3 tuorli
- 150 gr di zucchero
- 250 gr di panna montata
- 400 gr di fragole

Dosi: 6 coppe

Difficoltà: facile
Tempo: 20 minuti per la preparazione + 2 ore per raffreddare

Procedimento:

Preparate le fragole sciroppate: lavate le fragole in abbondante acqua, asciugatele e tagliatele a pezzetti piccoli (tenetene alcune da parte per la decorazione). Mettete le fragole in un tegame, aggiungete circa 4 cucchiai di acqua e 50 gr di zucchero, fate cuocere per 10 minuti.



In un recipiente frullate i tuorli con lo zucchero restante per 5 minuti, aggiungete il mascarpone e lavorate affinchè tutti gli ingredienti non si sono amalgamati del tutto. Riponete la crema in frigo.




Adesso dal pan di spagna ricavate 12 dischi della misura delle coppe che utilizzerete e inzuppateli con il sughetto ottenuto dalle fragole.




Disponete sul fondo delle vostre coppe un disco di pan di spagna, uno strato di mascarpone, un cucchiaio abbondante di fragole sciroppate e ricoprite con un'altro disco. Infine decorate la superficie con la panna montata e la fragola intera.



Una volta aver eseguito questa procedura per tutte le coppe, conservateli in frigo almeno per 2 ore ( se sono 3 o 4 ore sarà meglio) e servite il vostro tiramisù freddo.




Ciaoooo amici!

Ed eccomi di ritorno dalle mie ferie, finalmente! Quanto mi è mancato il mio blog, leggere i vostri commenti, tutti quanti voi amici lettori e food blogger e sono pronta ad iniziare a pubblicare nuove ricette. In questi giorni di relax mi sono venute delle ideuzze di cui ve ne parlerò nei post seguenti.
Ma adesso voglio raccontarvi come ho trascorso le mie ferie e di quanti bei posti ho visitato.
A volte crediamo che trascorrere le vacanze, sia sinonimo di partenza e di viaggi lunghissimi, ma se ci guardassimo intorno scopriremmo che già siamo circondati da tante meraviglie che la natura ci offre e non solo, che l'uomo è stato capace di costruire e di conservare, delle località di cui noi ignoriamo l'esistenza.
Infatti, io che da quasi 4 anni risiedo in Sardegna in tutto questo tempo mi sono persa un mare fantastico, un panorama altrettanto bello e dei posticini davvero carini. Ma come mi dico sempre "meglio tardi che mai", e così con la scusa di far fare il giro turistico ai nostri amici, che sono venuti a trascorrere le vacanze da noi, ho avuto l'occasione di poter scoprire che la Sardegna possiede dei posti davvero incantevoli.
Vi mostro alcune foto che ho avuto modo di fare e che a mio riguardo non hanno bisogno di essere raccontati perchè parlano da sole.



Questo è il meraviglioso mare di Stintino. Stintino è una località balneare che dista a soli 35 km da dove abito. La particolarità di questo mare, oltre ad essere limpidissimo e cristallino, è la varietà dei suoi colori. Come potete vedere dalla foto il colore del mare varia dall'azzurrino al turchese, per poi diventare di un blu intenso, un vero spettacolo! Per non parlare poi della sabbia, così bianca e fina, insomma un luogo da visitare.



Come potete notare le spiagge sono affollatissime, ci sono turisti provenienti da luoghi vicini e lontani, diventa veramente difficile trovare un piccolo spazietto libero per sostare con la propria famiglia.



Il giorno successivo a questo, dopo esserci presi una scottatura da urlo, ci siamo diretti verso la Costa Smeralda, un luogo molto noto, soprattutto per l'afflusso di vip, che se a dir la verità io di vip non è ho visto nemmeno l'ombra. 



E tutto un susseguirsi di bei posti e ci vorrebbe più di un giorno per visitarli tutti, infatti siamo riusciti a visitare solo Porto Cervo. 




Bene, questo è il parcheggio degli yacht, c'è ne sono moltissimi e di tutte le dimensioni e chissà quanto costeranno?



Questo è il mio preferito! 
Poi siamo entrati nel villaggio e all'interno di esso si trovano tantissimi negozi di noti artisti come Prada, Gucci, Versace e perfino il Billionaire di Briatore, un negozio di abbigliamento, anzi una boutique nel cuore di Porto Cervo, alla faccia di chi se lo può permettere!






Ecco un'altra questa spiaggetta di cui non ricordo il nome, adatta per chi ama fare immersioni, ed io adoro immergermi e soprattutto adoro le rocce. 




Guardate che meraviglia. Insomma una bella scoperta! Finalmente anche io posso raccontare che in Sardegna ci sono delle belle località dove poter trascorrere le vacanze estive.
Bene dopo questi giorni di relax, sono di nuovo pronta a continuare questa meravigliosa esperienza con il mio blog, che da 4 mesi mi ha permesso di conoscere delle persone stupende, mi permette di esprimere quello che veramente amo in assoluto, soprattutto sto imparando molto un pò da ognuno di voi. Già poter riuscire a descrivere i momenti più particolari della mia vita e lasciarli pubblici, per me vuol dire veramente tanto. Mi sento meno introversa di come lo ero inizialmente.
Concludo augurandovi un felice week end a tutti e ci risentiremo lunedì con nuove ricette, ma soprattutto nuove idee. A lunedì e un kiss a tutti!










Come Realizzare una Cialda per Torte in Pdz



Buongiorno amici miei, forse questo sarà l'ultimo post e poi si va in ferie... dipende dal tempo che avrò a disposizione perchè le mie ferie effettive inizieranno lunedì. Tuttavia, anche durante le mie pseudo-ferie (dico così perchè per me le ferie dovrebbero essere relax al 100%) continuerò a cucinare, a fotografare e a prendere appunti per il blog.

Detto questo, oggi vi svelerò un trucchetto per poter disegnare qualsiasi figura su un foglio di pdz con un metodo facile facile. Ovviamente se voi ne avete già uno vostro bene!

Premetto che, non ho tutte le foto dei vari procedimenti perchè con il caos che c'era in quei giorni non mi è stato possibile, ma rimedierò al più presto. Mi sembra giusto che per rendere più chiaro il concetto avere delle illustrazioni di riferimento sia indispensabile.

Io ho preso come esempio spiderman, è stato lui il mio primo esperimento, ma voi potete applicare questo metodo con qualsiasi altro disegno che avrete scelto, sarà scontato dire che cambieranno i colori e la grandezza del foglio di pdz. Bene, cominciamo!


Vi occorre:
- 1 foglio sottile di pdz 
- 1 foglio di carta da forno
- 1 disegno che avete scelto
- pennarello nero per alimenti
- coloranti in polvere per alimenti
- 1 pennellino per decorare

Procedimento:

Da un panetto di pdz (vedi qui per la ricetta) stendetene uno strato sottile della grandezza ideale per il disegno che andrete a fare e lasciatelo riposare in frigo, fino a farlo asciugare e indurire (io l'ho preparato la sera prima).
Adesso per chi come me non è abilissimo nel disegno a mano libera, ritornate un pò indietro con il tempo a quando a scuola nelle ore di educazione artistica si ricalcavano i disegni, quindi prendete il foglio di carta da forno e adagiatelo sul disegno (consiglio di utilizzare un disegno in bianco e nero, vi sarà più facile ricopiare ed evitare confusione) e con il pennarello nero ricopiate la sagoma del vostro disegno, lasciando i particolari nella fase successiva. Una volta aver completato la vostra sagoma, immediatamente dovete capovolgere il foglio di carta da forno e posizionarlo sul foglio di pdz e fare delle piccole pressioni in modo che il colore rimarrà impresso nel foglio di pdz. Infatti non appena togliere la carta da forno, vedrete il vostro disegno sul foglio di pdz, è chiaro che la sagoma non sarà molto definita, ma sarà un inizio da dove poter partire. 
A questo punto rifinite il vostro disegno in tutti i suoi dettagli, copiando dall'originale. Lasciate asciugare un pò e coloratelo, io consiglio di colorarlo con coloranti in polvere, così da poter scegliere le tonalità che preferite e poi rispetto ai pennarelli questi sono più accesi e renderanno il vostro disegno più realistico.
Terminata anche questa operazione, lasciate asciugare del tutto e ritagliate il disegno con un taglia pasta, adesso la cialda è pronta per essere posizionata sulla torta.
Premetto che, non ho tutte le foto dei vari procedimenti perchè con il caos che c'era in quei giorni non ho potuto farle, ma rimedierò al più presto. Mi sembra giusto che per rendere più chiaro il concetto avere delle illustrazioni di riferimento sia indispensabile.

Ed ecco qua, una cialda fatta in casa con una tecnica molto semplice, per chi non è abile nel disegnare, ma che comunque vuole tentare l'impossibile come ho fatto io! Spero che questo metodo possa esservi di aiuto come lo è stato per me, poi ribadisco se voi ne avete già uno vostro va bene lo stesso! 

A questo punto non mi resta che augurarvi buone vacanze a tutti, divertitevi, rilassatevi e ricaricate le batterie, spero di poterlo fare anche io....un bacio alla prossima!

Come Preparare la Pasta di Zucchero


"Come Preparare la Pasta di Zucchero per la Prima Volta"
Ciao a tutti miei cari, inizio dicendo che sono davvero emozionata di iniziare questo corso di cake design "fai da me", magari sarò esagerata, ma l'idea di riuscire a fare qualcosa di nuovo mi entusiasma moltissimo e soprattutto quando si tratta di qualcosa che amo fare. 
In questa prima lezione tenterò di preparare la pasta di zucchero, che sembra essere diventato un elemento fondamentale per la decorazione di molte torte.

Gli utensili che mi occorreranno sono: 
- 1 ciotola a bordi alti
- 1 pentolino
- 1 cucchiaio
- 1 bilancia da cucina

Premetto che non ho ancora tutti gli utensili adeguati per la realizzazione di certi decori come ad esempio gli stampini per foglie, o per la realizzazione di alcuni tipi di fiori, quindi in questa lezione mi limiterò a preparare la pasta di zucchero e nella prossima lezione inizierò con la fase del decoro.


Gli ingredienti per la pasta di zucchero sono:

- 225 gr di zucchero a velo 
- 25 gr di miele
- 3 gr di gelatina a foglie
- 15 gr di acqua
- 1 cucchiaino di burro fuso

Inizio il procedimento:

Metto in una ciotola piccola la gelatina a bagno nell'acqua per alcuni minuti affinchè questa diventa più morbida. Intanto che la gelatina si ammorbidisce, metto in un pentolino il miele che dovrò scaldare insieme alla gelatina e l'acqua. Quindi prendo la gelatina che ormai è diventata morbida, e la unisco al miele e li scaldo a fuoco bassissimo. Basteranno alcuni secondi per raggiungere una consistenza liquida, ecco a quel punto spengo la fiamma.
Fino ad ora non ho trovato difficoltà. Vi svelerò un segreto: questa per me non è la prima volta che tento di preparare la pasta di zucchero, già una volta avevo provato ma il risultato è stato pessimo. Infatti quella volta lo zucchero anzichè rassodare si era sciolto ed era diventato glassa e da quel giorno non ho più provato, ma c'è da dire che non mi ero informata abbastanza e non ero preparata quindi ci poteva stare il fallimento.
A questo punto se si vuole colorare la pasta di zucchero, si può aggiungere alcune gocce di colorante per alimenti, ma poichè io non ce l'ho, lascerò la fase della colorazione nella prossima lezione.
Con l'aiuto di un cucchiaio ho versato il composto nello zucchero a velo e ho iniziato a mescolare molto velocemente. Man mano che giravo con il cucchiaio con mia enorme sorpresa, lo zucchero ha iniziato ad assorbire fino ad arrivare in un punto che non ho più potuto utilizzare il cucchiaio, ma ho iniziato ad impastare con le manine. 
E cosi dopo dieci lunghi minuti di lavorazione ho realizzato il mio primo panetto di pasta di zucchero. 
Ragazzi  che soddisfazione è stato per me, comunque quando l'ho messo sullo spianatoio risultava essere un pò appiccicoso, ma ho aggiunto un altro pò di zucchero e finalmente tra le mani avevo un panetto liscio, omogeneo e facilmente lavorabile.
La pasta di zucchero è ideale per la realizzazione di molti decori come: fiori, foglie, pupazzi, oppure si può utilizzare come copertura totale della torta, insomma basta usare un pò di fantasia e si possono creare molte cose.
Da questo mio primo vero tentativo posso ritenermi soddisfatta e la voglia di continuare è cresciuta ancora di più. Sono consapevole che ancora sono nella fase iniziale, ma se mi impegnerò riuscirò anche io a realizzare una American Cake.
Mi son dimenticata di dirvi una cosa importantissima e cioè, che lo zucchero da utilizzare per la pasta deve essere quello acquistato e non quello fatto in casa, perchè il risultato non sarebbe lo stesso. Inoltre la pasta di zucchero può essere conservata anche per 2 mesi, l'importante che sia avvolta in carta trasparente e messa dentro una scatola e chiusa ermeticamente. Non mettete mai la pasta di zucchero dentro il frigo, perchè diventerebbe troppo dura e difficile da lavorare.
Baci baci alla prossima lezione.


*IMPORTANTISSIMO AGGIORNAMENTO: di recente ho acquistato un libro di "cake design" e nella ricetta della pasta di zucchero, prevede l'aggiunta di un cucchiaino di burro fuso che va aggiunto per ultimo. Il burro rende la pasta molto più liscia e setosa e soprattutto più facile da lavorare. Dico questo perchè l'ho provata e devo dire che la differenza si nota tantissimo, quindi un consiglio per tutti coloro che magari fanno a meno del burro. Un bacio a presto!

Lollipops in Pdz


Buongiorno a tutti carissimi, come va? Quest'oggi vi propongo una ricettina facile facile adatta ai bambini, ma anche per i grandi non è niente male! Sono dei lollipops in pdz colorata e decorati con dei piccoli ragnetti neri per associarli al tema della festa. 


Ingredienti:
- 450 gr di pasta di zucchero
- colori alimentari a piacere (rosso, giallo, verde.....)
- 5 bastoncini 

Dosi: 5 lollipops

Difficoltà: facile
Tempo: 20 minuti per la preparazione

Procedimento:

Preparate pasta di zucchero (per la ricetta vedi qua), dividetela in panetti di ugual misura e coloratela con i colori che avete scelto.
Potete anche decidere di colorare la pasta durante il procedimento, ma secondo me per questo genere di lavoro può andare bene colorarla anche dopo.



Una volta che avrete tutti i panetti colorati, create tanti cordoncini di ogni colore, non troppo sottili, e attorcigliateli su se stessi e arrotolateli come per formare un cerchio. Inserite il bastone nel centro e riponete i lollipops in frigo per far asciugare la pdz. 




A questo punto potete decorarli come più vi desiderate, la mia decorazione era inerente alla festa di mio figlio e quindi li ho decorati con dei piccoli ragnetti neri poggiati su di una ragnatela.

Una ricettina che più facile di così non si può. E con questa vi lascio e auguro a tutti voi un felice week end e per chi è in vacanza , buone vacanze.

Panini Dolci con Sesamo

Ed ecco per voi degli ottimi panini con sesamo, da preparare per un buffet o semplicemente per la merenda dei vostri figli e non solo...Non posso dire che sia una ricetta facile e veloce, ma neanche troppo direi. Si sa che quando si preparano determinati impasti i tempi per la lievitazione sono lunghi e noi li dobbiamo rispettare per ottenere un risultato ottimo. Bene, io sono una di quelle persone che tende ad allungare i tempi. Infatti nella ricetta originale prevedeva 2 ore esatte per la prima lievitazione e 15 minuti per la seconda. Non so dirvi se rispettando quei tempi avrei ottenuto lo stesso risultato, ma il mio è stato eccellente e continuerò così.





Ingredienti:
- 500 gr di farina manitoba (Lo Conte)
- 50 gr di burro fuso
- 25 gr di lievito 
- 300 ml di latte
- 60 gr di zucchero
- 7 gr di sale
- sesamo

per spennellare:

- 1 tuorlo
- 30 ml di latte

Dosi: 15 panini

Difficoltà: media
Tempo: 30 minuti per la preparazione + 3 ore per la lievitazione + 15/20 minuti

Procedimento:

In un pentolino scaldate 100 ml di latte, fate attenzione che non sia troppo caldo, mettetelo in una tazza e al suo interno aggiungete 3 cucchiaini di zucchero e il lievito sbriciolato. Coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare per 10 minuti, fino a quando sulla superficie non si formi una schiumetta. 
Nel frattempo unite il burro fuso al latte rimasto, aggiungendo lo zucchero restante e il sale, quindi mescolate e  fate sciogliere tutto.



Adesso disponete sul piano da lavoro la farina, o dentro la vostra impastatrice, aggiungete il lievito sciolto e il latte con il burro. Amalgamate bene tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia ed elastica.




Dopodichè, mettete l'impasto ottenuto in una ciotola capiente, coperta con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per 2 ore e mezzo circa in un luogo asciutto e caldo: l'impasto dovrà raddoppiare di volume.

Prendete l'impasto e formate un salsicciotto che lo andrete a dividere in piccoli pezzi tutti di ugual misura, con i quali formerete delle palline che adagerete su di una teglia rivestita con carta da forno. 



Cosa molto importante è per formare le palline dovete tirare l'impasto alla base (come per le brioches siciliane), così facendo porterete le crepature in basso e la superficie rimarrà liscia e senza crepe.




Una volta aver formato tutte le palline, lasciate lievitare ancora per 30 minuti. Trascorso questo tempo spennellate la superficie con il tuorlo e il latte e cospargeteli con il sesamo. Infornate in forno già caldo a 180° per 15 minuti circa.





La sofficità di questi panini è molto evidente, io li ho fatti il giorno prima della festa e l'indomani erano ancora morbidi, basta una semplice scaldata in forno per qualche minuto.

Questi panini possono essere farciti non solo con prosciutto, salame e mortadella, ma suggerisco di provarli con la nutella e lo zucchero a velo in superficie sono una vera delizia e ai bambini piacciono tantissimo. 
Un'altra idea potrebbe essere il gelato: farcite i panini con del gelato, ma quando i panini sono ancora tiepidi. Sembrerà una cosa strana, il contrasto tra caldo e freddo, ma vi assicuro che non ve ne pentirete. 






Insalata di Pasta

Ecco ancora un piatto freddo, di facile e velocissima esecuzione. Ideale per chi ha poca voglia di cucina, ma che allo stesso tempo non vuole rinunciare ad un appetitoso piatto di pasta. Si prepara in meno di 15 minuti e  credetemi è una vera bontà per il palato.





Ingredienti:
- 380 gr di fusilli
- 4 pomodorini cherry
- 160 gr di tonno in scatola
- 50 gr di olive in salamoia
- qualche foglia di basilico fresco
- 100 gr di fagioli di spagna in scatola
- olio evo

Dosi: 4 porzioni

Difficoltà: facile
Tempo: 10/15 minuti

Procedimento:

Mettete sul fuoco una pentola per la pasta piena d'acqua e aspettate che bolle. Nel frattempo lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a piccoli pezzetti e metteteli dentro un'insalatiera.
Prendete il tonno in scatola, eliminate una parte dell'olio di conservazione e uniteli ai pomodorini.
Adesso scolate le olive e tagliateli a rondelle, anche questi ultimi metteteli nell'insalatiera, aggiungete anche i fagioli dopo averli scolati e condite il tutto con sale q.b., un filo di olio e con il basilico tritato; amalgamate bene il tutto e tenete da parte finchè la pasta non sarà cotta.



Quindi una volta che avrete cucinato la pasta, scolatela e mettetela insieme all'insalata  e amalgamate bene, a questo punto potete servirla immediatamente, oppure se la preferite fredda preparatela prima, com
e ho fatto io, e servitela fredda.

Buongiorno a tutti!

Come promesso ho caricato le foto delle varie cose che ho preparato per la festa di mio figlio. Come già detto nel post precedente a questo, non sono molte infatti mancano quelle degli arancini, delle pizzette e dei pan gocciole, ma rimedierò al più presto.
Il tema della festa è stato "Spiderman", ho fatto molte ricerche "in rete" su questo personaggio per trovare delle idee da riproporre alla feste, e di idee c'è ne sono veramente tante, infatti ho fatto scegliere a mio figlio le cose che più piacevano a lui.
Dunque inizierò dai biglietti di Spiderman che ho realizzato con pochissimo materiale e in pochissimo tempo, ma con un risultato molto carino, principalmente per i bambini che lo adorano.




Cosa ne pensate? Vi piace come idea?
Ecco la mia torta di Spiderman ovviamente, e dato che non mi ritengo espertissima di torte, per il risultato ottenuto con questa sono davvero soddisfattissima, anche perchè è stata molto gradita dai grandi e dai piccoli soprattutto per le decorazioni che erano in pdz.



Per quanto riguarda il buffet ho preparato dei panini dolci, una trentina, e li ho farciti con mortadella, con prosciutto cotto e provola, e con salame. 



Mamma mia qunto sono soffici e buoni questi panini! 
E sempre con la stessa ricetta, nell'impasto ho aggiunto delle gocce di cioccolato, ho variato i panini in pan gocciole che ho farcito con la Nutella e spolverizzato con dello zucchero a velo. Questi sono stati i più richiesti tra i bambini.
Poi ho preparato delle pizzette e gli arancini al sugo, purtroppo non sono riuscita a fare le foto perchè andavo veramente di fretta e potete immaginare come ho ridotto la mia cucina U_U'!
Gli arancini sono stati i protagonisti della serata perchè essendo loro sardi non li avevano mai assaggiati e sono rimasti veramente colpiti da queste palline di riso.
E per finire per ringraziare i bambini di essere venuti  alla festa, per loro ho preparato dei lollipop in pdz e affiancati da un bigliettino di Spiderman. In realtà avevo intenzione di confezionare dei piccoli gadget di Spiderman tipo ciondoli o portachiavi, ma purtroppo non li ho trovati. 



E questi sono i bigliettini di ringraziamento.



Devo dire che, a parte tutta la stanchezza di quei giorni, sono stata veramente felice nel vedere mio figlio divertirsi insieme ai suoi compagnetti, questa è stata la soddisfazione più grande per me.

Comunque questo è stato solo un sunto di tutto quello che ho fatto, Mi era venuta un'ideuzza; in questi giorni creerò una pagina dedicata alle grandi e piccole occasioni per suggerire delle idee per chi vuole organizzare delle feste, e non solo per i compleanni... 
Vedremo cosa ne uscirà fuori, voglio organizzare la pagina nel migliore dei modi.
E concludo augurando a tutti voi una buona giornata!