Ultime Ricette

Frittelle Sarde

Sapete cosa sono i "frisjoli"? Magari un sardo mi saprebbe rispondere o chi per lo meno s'interessa di cucina e tradizione sarda. I frisjoli sono delle frittelle che vengono preparati per Carnevale e hanno una forma particolare, a spirale. Io solitamente non li mangio spesso, questo perchè viene aggiunto l'aroma o il liquore all'anice, sapore che a me non piace tantissimo. Oggi io vi propongo la mia versione di frittelle sarde, senza anice e con una forma sicuramente un pò differente dall'originale, ma buoni senz'altro.


Ingredienti:
- 300 gr di farina di semola di grano duro
- 200 gr di farina 00
- 4 cucchiai di zucchero
- 1 uovo
- un pizzico di sale
- il succo di un arancia
- 9 gr di lievito di birra
- 200 ml di latte tiepido
- 100 ml di acqua tiepida
- olio per friggere

...per decorare:

- zucchero semolato
- zucchero a velo

Procedimento:

Mettete nella ciotola dell'impastatrice tutti gli ingredienti compreso il lievito sciolto in un pò di latte tiepido; avviate l'impastatrice a velocità bassa, otterrete così un impasto simile alla frolla.
A questo punto ammorbidite l'impasto con l'acqua e il latte rimasto, miscelate bene tutti gli ingredienti il risultato sarò un impasto liscio e fluido.
Lasciatelo riposare per 1 ora, o fino a quando sulla superficie si formeranno delle bollicine d'aria, allora l'impasto sarà pronto!
Mettete a scaldare una casseruola per metà piena d'olio (e adesso viene il bello....e vi spiego il perchè: le frittelle sarde oltre ad essere buone sono particolari per la loro forma a spirale e per poter formare queste frittelle bisogna utilizzare uno specifico imbuto che io in casa non ho, che sfiga!. In pratica si versa l'impasto dentro l'imbuto e si fa colare direttamente nella casseruola facendo un movimento a spirale e avendo questo speciale imbuto tutto filerebbe liscio come l'olio. Invece per chi non possiede questo attrezzo si possono ovviare due soluzione: la prima è il sac à poche e la seconda utilizzare una bottiglia di plastica tagliata a metà, io ho utilizzato la bottiglia. Sapeste che macello che ho combinato, avevo l'impasto che usciva da tutte le parti e la maggior parte è finito sul piano della cucina, un vero caos! Ma nonostante ciò sono riuscita a fare qualche frittella più o meno simile a quelle sarde).
Quindi tagliate per metà una bottiglia di plastica, con il palmo della mano otturate il foro della bottiglia e con l'altra mano aggiungete un pò di impasto con un mestolo. Fate colare l'impasto nella casseruola facendo un movimento a spirale (come ho detto poco fa) partendo dal centro della padella verso l'esterno. Fatele dorare da entrambi i lati, scolateli e cospargeteli con dello zucchero semolato e per finire zucchero a velo.


E con questa ricetta partecipo al contest di Batuffolando "I dolci fritti"
Contest di batuffolando clicca per inserire la tua ricetta

27 commenti:

  1. Ma lo sai che il procedimento di cottura di queste frittelle sarde è praticamente uguale a quello degli strauben trentini e alto atesini? Se posso darti un suggerimento, procurati un semplice imbuto di metallo, così puoi tenere immersa nell'olio la punta mente tu versi la pastella. Io faccio così, e faccio meno danni. ;)
    Comunque mi hai fatto venir voglia di frittelle!

    RispondiElimina
  2. Grazieeeee cara, a casa ho l'imbuto di plastica e avevo scartato l'idea di utilizzarlo, ma seguirò il tuo consiglio e ne comprerò uno. Io ho combinato un vero caos, andrà bene la prossima volta!
    Grazie per il suggerimento e buona giornata!

    RispondiElimina
  3. sarebbero tipo krafen, che buone....

    RispondiElimina
  4. gnam!!

    che voglia di frittelle che mi hai fatto venire!
    e adesso come faccio?? sono a dietaaaa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lalila, anche io sono a dieta ma ogni tanto mi concedo qualche sfizio!

      Elimina
  5. sono molto gustose queste frittele, non avendo l'imbuto quello adatto non si può usare l'imbuto quello classico, quello che usiamo per travasare liquidi? Chiedo perchè vedo che tu non lo usi e non lo consigli

    RispondiElimina
  6. Paola, ciao sai perchè non lo consiglio perchè il foro dell'imbuto classico è piccolino piccolino e quando il liquido scende, non cola uniformemente dico questo perchè l'avevo provato già. Invece se magari si usa quello di ferro (come mi ha consigliato Ornella) si può immergere la punta e forse così la forma a spirale viene regolare. Poi non so altro, se avete altri suggerimenti io li metto in pratica!

    RispondiElimina
  7. Anche tu in clima carnevalesco...
    le frittelle...le frittelle sono buone e sono belle....
    io canto, visto che non la posso mangiare :-(

    RispondiElimina
  8. Una vera bontà', mi piacciono molto queste frittelle

    RispondiElimina
  9. i dolcetti fritti, che buoni!!
    queste frittele sono deliziose
    baci

    RispondiElimina
  10. Si Tiziana, mi faccio trasportare dalla frenesia carnevalesca! Amo i dolci fritti, ma senza esagerare e ho in mente altre 2 3 ricettine ancora!
    Grazie per essere passata, baci baci!

    RispondiElimina
  11. Nonostante trascorra le mie vacanze estive in Sardegna non le conosco .... Forse d'estate non le fanno.... In ogni caso sono meravigliose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vale queste sono frittelle che preparano solo ed esclusivamente nel periodo di carnevale.
      Grazie per essere passata e buona serata!

      Elimina
  12. cara,questi li metto nell'archivio perchè io adoro l'anice!E poi non li conoscevo proprio!Grazie mille
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara! Se ti capita di farle fammi sapere se ti piacciono, io le adoro!
      Un bacio!

      Elimina
  13. Imbuto o non imbuto sono belle e penso a che profumo debbano avere!! In bocca al lupo per il contest!! Un bascio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty, diciamo che l'imbuto serve a faticare e a pasticciare meno per il resto il sapore è ottimo. Grazie per essere passata, buna serata!

      Elimina
  14. Secondo me la tua versione è migliore, anche io non impazzisco per l'anice. Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sei molto gentile!
      Un bacione e buona giornata!

      Elimina
  15. che buone, non le conoscevo, complimenti!

    RispondiElimina
  16. Buonissime, Renee :D Salvo la ricetta! Complimenti anche per la grafica, è cambiato qualcosa vero? Mi piace :) Un abbraccio e buon weekend :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Vale, io ho la mania di cambiare le cose e tra questi anche la grafica del blog. Sono contenta che ti piaccia.
      Una bacione e buon week end anche a te!

      Elimina
  17. è vero! concordo con Ornella, anche per il suo consiglio, assomigliano agli strauben! bravissima. Grazie per la ricetta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un vero piacere poter partecipare al tuo contest!

      Elimina

A causa di continui spam sono costretta a verificare l'autenticità dei commenti e quindi per una maggiore sicurezza vi prego di commentare e di inserire il test di verifica.
In questo modo potrete commentare tutti, anonimi compresi, ed evitare gli spam.
Grazie e a presto!